Karakoram Son
CAPITOLO # 01 – Tagikistan – Valle di Bartang – Montagne del Pamir

A volte immaginiamo l’orizzonte come la fine di “tutto”, una linea sottile che guardiamo da lontano com la paura di varcarla. Immaginiamo che quando la raggiungeremo non esisterà altro che un dirupo, una caduta nel “nulla”. Questa immagine non serve al pensiero del nostro Karakorum Son, che non sogna ad occhi aperti né si siede a guardare l’orizzonte, si allontana senza paura, senza limiti, per mostrare al mondo che il mondo non finisce qui e il percorso da seguire, è fatto da noi e non ha fine!

 

Bartang Valley, una gemma nascosta in Tagikistan. Probabilmente la zona / strada più difficile da attraversare, dice il nostro adventure rider, anche dopo aver percorso Shimshal Valley Road, Carretera de Austral, Death Road Bolivia, Laguna Rota Atacama. Il suo aspro deserto e l’aspetto impegnativo rendono questo percorso ancora più emozionante e bello. Questa è la storia di Karakoram Son sui sentieri della Bartang Valley, sentieri di nessuno! Gli esseri umani sono adattabili, ma qualsiasi viaggio può trasformarci. Per Karakoram Son, è surreale come in così poco tempo, solo pochi mesi, era in un posto completamente diverso, un uomo diverso e una mentalità altrettanto diversa. Ci sono voluti 4 mesi per raggiungere una piccola città a Kalaikhum, vicino al confine tra Afghanistan e Tagikistan, separata solo da un fiume.
“Ci sono momenti in cui vuoi seguire il tuo istinto. Era una situazione identica per me … non sapevo da che parte andare per attraversare il monte Pamir verso il Kirghizistan: ROAD 41 asfaltata, Wakhan Valley o la famigerata Bartang Valley (verde). “

 

Non c’è tecnicamente nessuna strada su Google Maps; invece, c’è solo una “strada” di montagna a circa 400 km lungo il fiume Bartang, che può facilmente scomparire di notte a causa dell’innalzamento del livello dell’acqua. Altitudine molto elevata, mancanza di civiltà e infrastrutture, niente gas, niente acqua o cibo; la combinazione perfetta per rendere tutto ancora più impegnativo.
“Mi ero ripromesso di uscire dalla mia zona di comfort e sfidare la mia capacità di affrontare i problemi”.

 

Karakoram Son ha deciso di continuare il suo viaggio attraverso Bartang, senza conoscere molto il percorso che aveva scelto si è rivelato essere una delle strade più impegnative, fisicamente e psicologicamente. Il primo giorno, ha notato che il bordo anteriore era ammaccato; prova paura e rabbia allo stesso tempo quando si rende conto che la situazione avrebbe potuto peggiorare all’interno della valle e che sarebbe stato in grossi guai, quindi, poche ore prima di entrare aveva bisogno di trovare una soluzione per riparare il cerchio.

“Beh … Se ti stai chiedendo perché diavolo la mia moto giace a terra, perché quel ragazzo tiene il mio zaino e perché c’è un martello vicino alla ruota anteriore, è perché martello il cerchio finché non lo prendo forma normale! Sembra spaventoso e costoso, ma quando sei nel bel mezzo del nulla ed hai dei termini da rispettare, qualunque cosa sarà, sarà … In questo piccolo villaggio, il meccanico si è rifiutato di martellare una superficie di alluminio, non ho avuto altra scelta che martellalo da solo e risolvere il problema. Non c’era un’officina BMW di lusso, o meglio, nessuna officina … “

 

 

GIORNO 1

“I primi 25 km sono stati relativamente facili, ma improvvisamente l’altitudine è aumentata e la strada è diventata un inferno con un guado probabilmente ogni 10/15 km di percorso. Il livello dell’acqua aumentava di minuto in minuto e le decisioni dovevano essere prese rapidamente! Sono andato dritto attraverso un piccolo sentiero di pietra, passando per le pietre arrotondate più grandi e con una perfetta combinazione di acceleratore e frizione per passare attraverso l’acqua! Una grossa pietra sommersa e nascosta ha cambiato il mio percorso in quel momento perché sono finito per cadere con la testa su grossi massi. Alzati, valuta il danno e continua! “

 

La catena montuosa del Pamir ha una delle vette più alte del mondo.

 

 

GIORNO 2

“Una delle esperienze più spaventose di questo viaggio, a causa di una mala interpretazione, parlando con un russo e per il mio spirito avventuroso. Questo ponte non è per moto cariche ma, anche senza provare a camminarci sopra e testare il carico e l’equilibrio, ho preso una moto da 450kg (me compreso) e abbiamo attraversato questo ponte di corda. Mi ci sono voluti solo pochi secondi per rendermi conto che questa decisione sarebbe stata molto probabilmente il più grande errore del mio viaggio. A metà del ponte, ha iniziato a oscillare e muoversi lateralmente e ho dovuto contrastare questi movimenti improvvisi facendo da contrappeso, in uno spazio molto ristretto. “

ç8
9

 

 

 

GIORNO 3

“Nella Bartang Valley, a 4000 m sul livello del mare, ancora meno cibo e niente acqua. Con tutti questi fattori, ho perso la concentrazione per un attimo e una pozza di ghiaia ha fatto zigzagare e oscillare la mia gomma anteriore. Sono caduto con il piede sinistro sotto alle borse laterali e sono rimasto bloccato. Bene … Quando spingevo la moto, tutto il peso era sul mio piede, e nemmeno il miglior “AlpineStars” con un “gore-tex” completo avrebbe fermato il dolore che stavo provando. Il significato di Adventure Travel è diverso da persona a persona, perché siamo tutti diversi, ma una cosa che abbiamo tutti in comune è che è incredibile essere lì, nel deserto, persi nel nostro lato più selvaggio! “

13
18
10
22
21
20
19

 

 

È così, l’ovest delle montagne del Pamir, selvaggio e austero! Bartang Valley, pericolosa e memorabile. Nonostante il suolo e i paesaggi sterili, in questi percorsi nascono e crescono avventure che lasciano segni ed esperienze che innalzano l’essere umano a un nuovo livello di capacità. Karakoram Son, è uno dei pochi avventurieri che, trasportando carburante per 400km e poche risorse, ha completato in pochi giorni l’attraversamento della valle. Dopo un intero viaggio in cui il nostro pilota è stato spinto ai limiti più estremi, ha ancora la forza di dire:
“Non cambierei nessuno di questi giorni di attraversamento della Bartang Valley per un solo giorno nella comodità del divano e di Netflix!”

 

Prossimo capitolo:
(Songkul, Kirghizistan)

Testimonianza / Fotografia / Video:
Karakoram Son | karakoramson.com | links.kakoso.com